Mi presento: sono un direttore Lavori

MI presento | Sono il Direttore Lavori

Quando il CIFI mi ha chiesto, con grande mio piacere, di scrivere un articolo sulla Direzione dei Lavori, in particolare nel campo ferroviario, subito mi è venuto in mente l’“incipit” che dà il titolo al pezzo, pensando ai tanti colleghi che quotidianamente rivestono questo ruolo non sempre adeguatamente apprezzato e valorizzato.

Mi presento - sono il Direttore Lavori di ferrovie

Chi è il Direttore Lavori?

Il Direttore Lavori non è solo un arbitro che si muove in un campo, cercando di collegare le istanze della Stazione Appaltante e dell’Appaltatore, cosa già questa assai difficile, ma un soggetto che ci deve “mettere del proprio”, del “valore aggiunto”, per condurre la barca in porto.

Questo è un aspetto fondamentale che non ha solo valenza tecnica ma anche e direi soprattutto relazionale.

D’altra parte, al giorno d’oggi non è né possibile né pensabile non saper comunicare e questo nulla c’entra con la “parola” o “le mani” che ci permettono di scrivere su una tastiera, ma vi sto parlando di un “upgrade” della #comunicazione che si chiama “COMUNICAZIONE EFFICACE E DI IMPATTO”.

Il Direttore Lavori deve essere anche questo, un ottimo comunicatore, oltre che un tecnico, un avvocato ed un economista, specialmente se il suo ambito è quello dei #lavoripubblici e delle grandi #infrastrutture.

Quindi partiamo proprio da qui, dalle presentazioni: mi chiamo Marco Abram e sono un Direttore Lavori, anche docente, per conto del CIFI nel corso Direzione Lavori di Ferrovie.

Scopri come puoi migliorare le tue competenze partecipando ai nostri corsi https://www.ferrovie.academy/corsi/

corso per Direttore Lavori

Svolgo questa tipologia di attività professionale da quasi 25 anni ormai, quasi esclusivamente nel campo dei #lavoripubblici e delle #infrastrutture sia nell’ambito #ferroviario che #stradale.

Quando ho iniziato a pensare come strutturare questo articolo sono partito proprio da questo concetto base “il mestiere del Direttore Lavori” che non si impara nei banchi di scuola ma sul campo, a volte dietro una scrivania al “calduccio” dell’ufficio, ma spesso fuori in cantiere, anche al freddo e sporcandosi le scarpe di fango.

Ma vi assicuro che è bellissimo!

Vorrei tanto che questo messaggio di positiva passione passasse ai giovani tecnici, professionisti del settore, nella consapevolezza però che, come nella vita, non sono tutte “rose e fiori”; qualche delusione, qualche buon pensiero e qualche grattacapo sono sempre dietro la porta, ma anche tantissima soddisfazione, perché non c’è nulla di più bello che vedere un’opera che era sulla carta realizzata, concretizzarsi e sapere di aver dato un contributo decisivo alla sua esecuzione.

Il Direttore Lavori: dal Colosseo alle linee AV/AC

Pensate ai “Direttori Lavori” degli Egiziani, dei Greci, dei Romani, senza fare torto a nessuno, cosa devono aver pensato e sentito nel loro cuore quando hanno visto realizzarsi e concludersi lavori come le Piramidi, i Templi, il Colosseo.

Il Direttore Lavori. Dalle Piramidi, al Colosseo fino alle linee Alta Velocità

Proprio così perché questo #mestiere parte da lontano ed anche allora esisteva questa figura, magari chiamata con un nome diverso, ma esisteva, colui che guidava lato “committente” tecnicamente l’esecuzione dell’opera.

Sono partito da molto lontano ma ora arriveremo ai giorni nostri, ma prima di approdare all’ultimo tassello normativo in vigore ovvero il Nuovo Codice degli Appalti Pubblici il D.Lgs 36/223, facciamo una tappa a metà strada e fermiamoci per un secondo a fine ‘800.

Il Direttore Lavori ed il Codice Appalti

Chiunque si occupi di appalti pubblici deve avere chiara conoscenza e competenza in questa materia. Per sviluppare le tue competenze trasversali in materia di appalti segui il corso CIFI Nuovo Codice Appalti 2023.

Codice Appalti 2023 - Cosa cambia per Ferrovie Strade e Impianti Fissi

Quando faccio formazione, che è un’altra attività che svolgo, non smetto mai di ripetere che la normativa è la “regina indiscussa” di questa materia; non si può fare questo #mestiere, non si può fare il Direttore Lavori e non si può in generale trattare la pratica tecnica-amministrativa dei #lavoripubblici se non si parte e non si legge ripetutamente la norma.

Tra l’altro la legge nel nostro paese tende spesso a stratificarsi, a non essere ben coordinata e ciò rende difficoltosa la nostra azione tecnico-amministrativa che non può essere adeguatamente svolta senza una parallela attività formativa, costante e continua.

Attività formativa fatta di corsi, testi, articoli, approfondimenti e lettura di tanta norma, che vi assicuro, troverete sempre nuova ad ogni passaggio, scoprirete dettagli che magari prima vi erano sfuggiti, ma necessari talvolta per dare un nome alla soluzione di un problema.

Dimenticavo, non lo trascurate mai: tanto, tantissimo confronto con i colleghi!

Direttore dei Lavori - confronto con i colleghi

Ma torniamo a fine ‘800 e parliamo della L. 2248/1865 e del R.D. 350/1895, qui stanno le basi del nostro lavoro come Direttore Lavori.

Partite sempre dalla lettura di queste norme se volete avvicinarvi a questo mondo professionale, consideratele come dei libri di testo.

Vi assicuro che la loro lettura è molto didattica e la scrittura bellissima, mi piacerebbe ritrovare ancora oggi quel modo di scrivere la legge.

Periodi brevi e con una struttura sintattica lineare, una semantica chiara, sintomo di un positivo principio ispiratore che ci stava dietro: una legge fatta per fare.

Istituti di diritto e di tutela fondamentali nascono da quegli anni e pochi decenni successivi: riserve, quinto d’obbligo, anticipazione, revisione prezzi ecc….

Tutti concetti che ancora oggi ritroviamo e che permeano anche l’attuale nuova norma; anzi mi spingerei a dire che ritornano, ecco perché abbiamo e dobbiamo avere fiducia nel D.Lgs 36/23, perché quanto meno nelle parole il paradigma è cambiato ed è tornato allo spirito di quelle primordiali leggi che hanno fatto scuola per oltre cento anni e con cui l’Italia si è ricostruita ben due volte dopo le devastanti guerre Mondiali, fino ad essere mandate in pensione ahimè dalla L. 109/94.

Effettivamente qualche segno di vecchiaia lo avevano dimostrato ma in quell’epoca storica la cronaca contingente ha prevalso dotando il paese di uno strumento legislativo di tutt’altro spessore, a modesto mio avviso, e soprattutto con un’impostazione completamente diversa che si è protratta come modo di legiferare fino appunto al D.Lgs 36/23.

Su quell’impostazione l’Europa ci ha più volte ripreso e forse è anche per merito suo che oggi abbiamo uno strumento nuovo, non esime da difetti e criticità sicuramente, ma nuovo nello spirito e questo è un buon viatico per lavorarci sopra.

Ad esempio L’Italia ha recepito le indicazioni della Commissione Europea, in materia di subappalto.

Le competenze del Direttore Lavori in materia di subappalto

Se sei un Direttore Lavori e vuoi sviluppare padronanza in materia di Subappalto, segui il corso specialistico del CIFI “Il Subappalto ferroviario“.

Subappalto ferroviario - corso CIFI

Ma torniamo a parlare di Direzione Lavori e ciò mi permette di trattare una materia a me molto cara e su cui ho speso tanto tempo di formazione, non solo in campo essendo io tutt’oggi ancora un #direttoredeilavori ed un coordinatore per la sicurezza, ma anche sui testi e sugli articoli di approfondimento fino a spingermi a diventare autore io stesso di libri su questo campo e più in generale su tutti i temi che trattano l’esecuzione, e per passione anche docente su questa materia.

La PASSIONE è quella che ci guida sempre e che vorrei tanto trasmettere ai miei colleghi più giovani.

Il CIFI sul tema della “Direzione Lavori negli appalti di ferrovie” ha organizzato un bellissimo corso disponibile anche on-demand, con videolezioni, materiale didattico ed attestato finale.

Nell’ambito del corso avrete risposta anche a molte domande che spesso i colleghi scrivono sul web, ad esempio:

  • chi è il Direttore dei lavori;
  • quando è obbligatorio il Direttore dei Lavori;
  • chi può fare il Direttore dei Lavori;
  • come avviene la nomina del Direttore dei Lavori;
  • chi nomina il Direttore Lavori
  • cosa fa il Direttore dei lavori;
  • quale è la differenza tra il Direttore dei Lavori negli appalti pubblici e privati;
  • e molte altre domande ben più articolate.

Ma soprattutto il corso ha la finalità operativa: permettere alle persone di comprendere quali sono gli aspetti distintivi di un cantiere ferroviario, come gestire il contratto ed esercitarsi a fondo su tutta la documentazione che occorre comprendere e produrre.

Il Direttore Lavori scrive un Ordine di Servizio

Il tema della Direzione Lavori è molto articolato e complesso e nel campo #ferroviario la cosa assume ancora maggiore importanza, stante non solo la particolarità, delicatezza e strategicità dell’infrastruttura ma anche perché le Ferrovie facendo parte dei cd. “settori speciali”, oltre ad attenersi alla norma nazionale per certi ambiti possono legiferare autonomamente come appunto l’esecuzione dei contratti.

Ad esempio, RFI si è dotata di uno strumento fondamentale chiamato “Condizioni Generali di Contratto per gli appalti di lavori” (acronimo CGCL), ma vi è un dispositivo analogo anche per le forniture. L’articolo 14 delle CGCL tratta in modo specifico i compiti della Direzione Lavori, ed il documento trova ampia integrazione con l’art.114 e l’art. 1, dell’Allegato II.14 del D.Lgs 36/23.

L’art. 114 del D.Lgs 36/23 ci parla di tante cose, partendo dalla filiera dei principali responsabili in corso d’esecuzione (RUP, #direttoredeilavori, Coordinatori per la Sicurezza e Collaudatori) fino a ribadire gli adempimenti principali a carico del #direttoredeilavori e del suo Ufficio costituito, a secondo dell’entità dell’’opera ed ahimè a volte delle disponibilità economiche, da assistenti codificati in Direttori Operativi ed Ispettori di cantiere

Dobbiamo spezzare una lancia a favore di queste figure di assistenti sempre più imprescindibili.

Non è possibile ormai, specialmente nelle grandi opere pubbliche ma anche nelle piccole, fare tutto e soprattutto essere “tuttologi”.

Il mondo si è davvero specializzato e non è possibile conoscere tutto.

Il #direttoredeilavori, che deve “interloquire in via esclusiva con l’appaltatore su aspetti tecnici ed economici”, deve essere libero di potersi concentrare sugli aspetti del percorso critico del processo di costruzione. 

Non solo il RUP ma anche il #direttoredeilavori oggi è un Project Manager, il timoniere di un “processo”. 

Perché il Direttore Lavori deve sviluppare la cultura del Project Management

Project Manager Ferroviario - certificato Accreda UNI 11648

Il #direttoredeilavori si deve districare oggi fra i mille adempimenti ma le regole base da seguire sono sempre le stesse e bisogna averle ben chiare nella mente: sicurezza, qualità, tempi e costi

La sicurezza è un concetto generale che vale anche per il #direttoredeilavori, anche se nel tempo sono nate figure specifiche come i coordinatori (prima con il D.Lgs 494/96 e poi con il D.Lgs 81/08), in particolare per quanto attiene i temi del subappalto, della regolarità del lavoro e della statica. 

La sicurezza ferroviaria, disciplinata dal D.Lgs 50/2019, che deve far parte del bagaglio culturale di ogni persona che si occupa d cantieri ferroviari.

La qualità è un mondo sempre più in evoluzione che parte dagli elementi prestazionali delle componenti utilizzate (accettazione dei materiali) e passa anche attraverso discipline più moderne come: la gestione dei rifiuti, delle terre e rocce da scavo, dei CAM, dei DNSH, ecc…. 

Sui tempi ci potremmo stare ore e ci starete ore in mia compagnia durante il corso organizzato dal CIFI sul tema della “Direzione Lavori negli appalti di ferrovie”.

Ecco il link di riferimento: https://www.ferrovie.academy/corsi/direzione-lavori/  

Perché, quando parliamo di tempi sottendiamo tanti atti da fare e modulistica da predisporre: verbali di consegna dei lavori, di sospensione e ripresa, ordini di servizio, certificati di ultimazione, e via discorrendo, la lista è davvero lunga.

Tutta documenti necessari e fondamentali da fare ed al momento giusto, conoscendo a menadito la norma ed i principi da cui scaturiscono per andare a ritrovare poi in essa l’adempimento da richiamare, la parola o la frase da scrivere. 

Infine, i costi.

Due temi su tutti: contabilità dei lavori e varianti; potremmo scriverci un libro intero ed in effetti l’ho fatto e lo hanno fatto prima di me tanti illustri ed autorevoli autori che ci hanno trasmesso attraverso le loro pagine, la loro passione che è diventata poi la nostra. 

Forza inaudita della parola e della scrittura che è capace di fare anche questo, trasmettere emozioni anche nel toccare temi solo apparentemente molto tecnicisti. 

Se sei interessato a divenire un esperto in materia di Gestione modifiche e Varianti in corso d’opera, segui il corso specialistico, disponibile on-demand.

Corso CIFI Modifiche e varianti in corso d'opera negli appalti di ferrovie e impianti fissi

Sull’art. 1, dell’Allegato II.14, torneremo più avanti perché ci parlerà pedissequamente di adempimenti a carico del #direttoredeilavori, ora invece analizziamo cosa ci dicono in termini generali le Condizioni Generali di Contratto. In realtà non molto di diverso rispetto al D.Lgs 36/23; abbiamo qualcosa nell’art. 1 delle definizioni e poi nell’art. 14 che tratta gli organi dell’esecuzione. 

Di tutto quanto sopra e di tanto altro ancora si parla nel corso “Direzione Lavori negli appalti di ferrovie”.

L’art. 1 dell’Allegato II.14, del D.Lgs 36/23

Arrivati a questo punto riprendiamo in mano gli adempimenti del #direttoredeilavori che l’art. 1, dell’Allegato II.14, del D.Lgs 36/23 definisce molto puntualmente.

Lo trovo un articolo molto importante, un vademecum da tenere sempre nella borsa del professionista, in quanto compendia sinteticamente le principali attività da svolgere.

Presenta la struttura di un elenco per punti quindi la sua lettura è abbastanza facile e si segue abbastanza bene, cosa da apprezzare e non sempre facile da trovare in una norma.

Il commento ad esso diventa abbastanza superfluo, è più importante leggerlo con attenzione per ricapitolare comunque nozioni già note ma che è sempre utile ripassare specialmente quando sono date con sintesi.

L’articolo è abbastanza lungo ma perché le cose da fare sono tante e non perché il linguaggio utilizzato sia prolisso.

Molti degli argomenti e dei temi trattati nell’art. 1, dell’Allegato II.14, del D.Lgs 36/23, sono trattati nella seconda parte corso “Direzione Lavori negli appalti di ferrovie”.

Atti e modulistica d’uso della Direzione Lavori

Parliamo di atti e di modulistica dei #lavoripubblici.

Ci sono tantissimi articoli nel D.Lgs 36/23, in particolare nell’Allegato II.14, che tratta la parte regolamentare del corso d’opera, al riguardo ma devo dire che trovano un’ottima compagnia anche nelle CGCL.

Fra gli articoli di maggiore interesse nel D.Lgs 36/23 citiamo il 121 che ci parla di sospensioni ma anche di altri argomenti, come penali, proroghe, ultimazione, ecc….

Di modulistica ed atti da fare, con tanto di esercitazione guidata vi parlerò io nella terza parte corso “Direzione Lavori negli appalti di ferrovie”.

Ringraziamenti all’ing. Marco Abram

Ringraziamo Marco Abram, autore del libro “La Modulistica Tecnica-Amministrativa, commentata, delle Opere Pubbliche – Testo aggiornato ai sensi del D.Lgs. 36/2023” – II edizione  Aprile 2024 – Maggioli Editore

Promozione dei corsi CIFI

Questo articolo è arricchito da immagini illustrative e contiene link a scopo promozionale relativi ai corsi offerti da CIFI, progettati per approfondire e perfezionare le competenze nel ruolo di Direttore Lavori.

COSTRUISCI LA TUA PROFESSIONE

Nel CIFI, la comunità scientifica delle ferrovie in Italia.

Z
CORSO ERTMS

La professione del futuro per la circolazione dei treni

CODICE APPALTI 2023

L’applicazione del codice nel mondo ferroviario

Z
CORSI SPECIALISTICI

Progettare sistemi e impianti ferroviari

Z
PROJECT MANAGEMENT

Coordina progetti complessi e ottieni una certificazione accreditata, basata sulle norme UNI e garantiti da Accredia

Continua ad aggiornarti

Borse di Studio CIFI

Borse di Studio CIFI

CIFI - Borse di Studio 2023 Il CIFI - Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani, propone il Bando di concorso per assegnazione di Borse di studio 2023 riservate a Laureati nell’anno accademico 2021-2022, per le migliori tesi di laurea nel campo dell'ingegneria...

leggi tutto

Pin It on Pinterest