Ingegnere del veicolo ferroviario

Norme tecniche, bisogni dell’impresa ferroviaria, Appalti, Progettazione, costruzione e manutenzione.

72 ore di formazione + Workshop con le aziende + 5 Visite Tecniche: SPII (cabine di guida), Lucchini RS (produzione di sale montate), Nuova Ralfo (manutenzione Mezzi d’Opera), Gilardoni  (controllo ad ultrasuoni di assili e ruote ferroviarie), Cosmef WM (Manutenzione rotabili)

Diretta e On-Demand

Contributo scientifico di ERA e del Comitato TC9 di IEC e TC9X di CENELEC .

Progettista del Veicolo Ferroviario
Ingegnere del veicolo ferroviario: norme, progettazione, appalti, realizzazione e manutenzione
CORSO DI FORMAZIONE
IL MATERIALE ROTABILE

Passeggeri|Merci|Mezzi d’Opera

Norme

STI |IEC-CENELEC| ISO-CEN

Progettazione

Gli specialisti | gestione progetti | Gestione Obsolescienze

Procurement

Specifiche| Gare| Gestione contratti

Le Autorizzazioni

Legislazione| Verifiche di conformità| modifiche in esercizio

Esercizio e Manutenzione

Interfaccia infrastruttura| Impianti e ricambi | Gestione Manutenzione | Ruolo degli ECM

Mezzi D'Opera

Tipologie | Traverse| ICMO – RUMO | Revisione Flotte

Sottosistemi di Bordo

Locomotori da Treni| Locomotori da Manvora | SSB ERTMS/ETCS

Workshop con aziende

Treni| componenti | Servizi

Visita Tecnica

5 visite

N
ACCESSO IN DIFFERITA
MAteriale Formativo
Cosa imparerai

Corso per Ingegnere del veicolo ferroviario

Scopo del corso per ingegnere del veicolo ferroviario è fornire una conoscenza sistemica di tutte le principali aree di specializzazione che riguardano il materiale rotabile, acquisendo il vocabolario di base, individuando le principali norme tecniche di riferimento e  compredendo quali sono le fasi del ciclo di vita del materiale rotabile:

  • normazione;
  • progettazione;
  • gare d’appalto;
  • progettazione esecutiva;
  • realizzazione;
  • Autorizzazioni all’esercizio;
  • Gestione Operativa e Manutenzione;

Di quale veicolo ferroviario parleremo?

  • treni automotori termici e/o elettrici: tra cui unità complessa automotore a composizione bloccata, unità multiple elettrica e/o diesel, automotrici;
  • unità di trazione termiche e/o elettriche: locomotive e locomotive di manovre;
  • vetture passeggeri e altre carrozze correlate;
  • mezzi mobili per la costruzione e la manutenzione delle infrastrutture ferroviarie: mezzi d’opera e veicoli per l’ispezione delle infrastrutture;
  • carri merci.

 

Ingegnere del veicolo ferroviario - Obiettivi del corso CIFI

Obiettivi di apprendimento del corso “Ingegnere del veicolo ferroviario”

Obiettivo è apprendere:

Fondamenti dell’Ingegneria del veicolo ferroviario: forniremo conoscenze di base inclusa la comprensione dei principi meccanici, elettrici ed elettronici che governano il funzionamento del veicolo ferroviario.

Le norme tecniche del veicolo ferroviario : le specifiche tecniche d’interoperabilità, con focus specifici sulle STI del materiale Rotabile e sulla STI CCS (con aggiornamento 2023), trattate direttamente dagli esperti di ERA – Agenzia dell’Unione Europea per le ferrovie, che sovraintendono a livello europeo. Le norme IEC – Cenelec ed ISO-CEN, con l’introduzione del Presidente della Presidente Comitato Tecnico TC9 di IEC e Segretario Tecnico di ANIE/Assifer e del Presidente del Comitato Tecnico CLC/TC 9X di Cenelec

I requisiti della progettazione e la progettazione esecutiva: le tecniche e gli strumenti necessari per progettare e costruire un veicolo ferroviaro (che sia esso destinato a fare un treno ad una manovra o all’uso come Mezzo d’Opera), tenendo conto di aspetti come l’efficienza, la sicurezza, la sostenibilità e il comfort.

Le gare d’appalto relative al materiale rotabile: sia in termini di acquisto di mezzi nuovi ma anche in termini di ricambi o servizi di manutenzione

Gestione Operativa: Approfondimento delle conoscenze sulla gestione dei servizi ferroviari, incluso il controllo del traffico, la pianificazione delle tracce e l’ottimizzazione delle operazioni.

La manutenzione: per acquisire le competenze manageriali  utili a garantire una manutenzione efficace, l’affidabilità dei veicoli ferroviari, per assicurare un servizio sicuro e senza interruzioni.

Innovazione e pratica reale: Esplorazione delle ultime innovazioni nel campo del veicolo ferroviario incontrando virtualmente alcune delle principali aziende che producono treni, locomotive, mezzi d’opera e loro componenti.

Sostenibilità e Impatto Ambientale: spesso pensiamo alla sostenibilità ed all’impatto delle infrastrutture e scopriremo invece quanto lavorano gli operatori e quali competenze servono per migliorare l’impatto ambientale del veicolo ferroviario.

In sintesi, il corso proposto dal CIFI  mira a preparare professionisti con una solida base teorica e competenze pratiche specifiche e sistemiche, in grado di affrontare le sfide tecniche, operative e ambientali del settore.

Corso Ingegnere del veicolo ferroviario per diventare manager del veicolo

Ingegnere del veicolo ferroviario e Systems Engineering

E’ fondamentale che ciascuno di noi che si occupa di veicoli, comprenda la visione ed il valore del Systems Engineering.

Il Systems Engineering si basa sul pensiero sistemico, che è una prospettiva unica sulla realtà che accentua la nostra consapevolezza dei sistemi nel loro insieme e di come le parti interagiscono all’interno di questi sistemi.

Questo approccio riconosce il primato del sistema e delle interrelazioni degli elementi del sistema con il tutto. Il concetto di sistema è definito come un insieme di parti o elementi che, insieme, esibiscono un comportamento o un significato che i singoli costituenti non hanno.

Leggi le definizioni proposte da INCOSE, dalla comunità mondiale del Systems Engineering.

Veicolo Ferroviario e Systems Engineering. Corso CIFI

Ingegnere del veicolo ferroviario e Systems Engineering

Per un ingegnere del veicolo ferroviario, la comprensione di questi principi è cruciale.

I treni, e le infrastrutture ferroviarie sono sistemi complessi che includono diversi sottosistemi e componenti, come il materiale rotabile, le infrastrutture ferroviarie, i sottosistemi di segnalamento, i sottosistemi funzionali, ecc.

Ogni componente o sottosistema interagisce con gli altri e con l’ambiente operativo complessivo, influenzando il funzionamento, la sicurezza, l’efficienza e l’affidabilità dell’intero sistema ferroviario.

L’ingegnere ferroviario deve quindi avere una visione olistica e integrativa, comprendendo non solo le specifiche tecniche delle singole parti, ma anche come queste si integrano e interagiscono nell’ambito del sistema ferroviario più ampio.

Questo approccio aiuta a garantire che la progettazione, la realizzazione, la gestione e la manutenzione dei treni e dei mezzi d’opera siano effettuati in modo da ottimizzare il funzionamento complessivo e la sicurezza del sistema ferroviario.

Fermo restando che esistono competenze specifiche nel Systems Engineering la nostra visione si legge nel programma del corso: ogni competente è importante, ma l’aspetto fondamentale è comprendere il sistema.

Veicolo Ferroviario e Systems Engineering. Perché esiste questo legame. Lo spiegheremo nel corso CIFI

Workshop con i produttori di treni, Mezzi d’Opera e di componenti

Tratteremo ad esempio:

  • La cabina di guida del treno con SPII – Strategic Partner Intelligent Interface
  • Il sistema frenante tradizionale per veicoli ferroviari (panoramica per i diversi tipi di mezzi) e ferrotramviari (metro e tram) con Knorr-Bremse Rail Systems Italia
  • Mezzi d’opera Plasser & Theurer – contesti autorizzativi in Italia ed all’estero, con Plasser Italiana srl
  • Mezzi d’Opera manutenzione, revisione e gestione tecnica delle flotte dei mezzi d’opera ferroviari con NUOVA RALFO srl – Gruppo VALSECCHI ARMAMENTO FERROVIARIO

ed altre imprese in via di definizione.

Veicolo Ferroviario - workshop con le aziende del settore

Visita tecnica alla SPII – Strategic Partner Intelligent Interface

In occasione del corso “Ingegnere del Veicolo Ferroviario 2024”, il CIFI organizza, una visite tecnica: presso l’azienda SPIIStrategic Partner Intelligent Interface

La missione di SPII è creare le migliori condizioni di interazione tra uomo e macchina, attraverso la #tecnologia, lo #stile e l’#ergonomia.

Vista Tecnica alla SPII - Strategic Partner Intelligent Interface

Contenuti Didattici della visita tecnica alla SPII 

Comprenderemo concretamente cosa significa:

  • integrazione tra tecnologia, fattori umani ed organizzativi;
  • trasformare la frase human centred design in un valore professionale

Vedrete da vivo quali competenze servono per progettare e costruire il banco di manovra dei veicoli ferroviari che fanno oggi la storia contemporanea, tra i quali ad esempio:

  • ETR500: 1985 – Precursore del banco unificato FS93;
  • FS93: 1993 – Il banco Unificato;
  • ETR1000: 2012;
  • Rock: 2017 – Basato sul nuovo standard banco UIC612 a guida centrale;
  • Metro Mosca: 2020 – Prima applicazione al mondo di pannello comandi touch, grande visibilità, finiture in Alcantara (per il freddo), illuminazione led;
  • Macchine Gialle DB: 2021: Banco di manovra per macchine operatrici multifunzione, soggette a requisiti ferroviari.

Per un ingegnere ferroviario, sperimentare direttamente il posto di lavoro di un macchinista di treno è cruciale, non solo per vivere in 2 minuti il ruolo di Agente di Condotta, ma per sviluppare una profonda comprensione del valore del lavoro dei nostri colleghi sulle linee ferroviarie.

Chi parteciperà a questa visita tecnica avrà l’opportunità di capire quanto noi ingegneri, possiamo essere fondamentali, se impariamo ad andare oltre lo sviluppo di componenti meccanici o circuiti elettrici.

La missione dell’ingegnere del veicolo ferroviario è coniugare tecnologia, ergonomia e stile, ascoltando attivamente i bisogni dei macchinisti, integrando la tecnologia con i fattori umani ed organizzativi.

Questo approccio sistemico ci potrà guidare nella creazione di soluzioni che non solo migliorano la sicurezza e la puntualità, ma che arricchiranno e semplificheranno anche l’esperienza complessiva di chi opera ogni giorno sui nostri treni.

Banco di manovra del della cabina di guida di una locomotiva o treno

Visita tecnica a Lucchini RS

In occasione del corso “Ingegnere del Veicolo Ferroviario 2024”, il CIFI organizza, una visite tecnica: presso l’azienda Lucchini RS.

Lucchini RS è un Gruppo siderurgico internazionale specializzato nella progettazione e produzione di materiale rotabile come ruote, cerchioni, assili e sale montate per una vasta gamma di applicazioni, dai sistemi ad alta velocità a quelli del trasporto urbano.

Grazie al ciclo produttivo integrato, Lucchini RS è in grado di offrire un servizio completo: dalla produzione di acciaio all’assemblaggio di prodotti finiti, a servizi di manutenzione e assistenza post vendita.

soluzioni in acciaio forgiato per il mercato ferroviario come Ruote, Assali, Ruote, Pneumatici - Lucchini RS

Contenuti didattici della visita tecnica presso Lucchini RS

Osserveremo come avviene il processo di fabbricazione di componenti ferroviari di alta qualità – ruote, assili, cerchioni e sale montate per diverse applicazioni quali ad esempio alta velocità, locomotive, trasporto passeggeri, tram e metropolitane.

La fabbrica Lucchini RS – chiamata anche “THE BLUE FORGE” – è situata nel cuore del Nord Italia, circondata dalle montagne e dalle acque azzurre del lago d’Iseo.

Le iniziative di sostenibilità e circolarità in tutto l’ecosistema Lucchini RS vanno dal riutilizzo di 1.590 m3 di acqua per la produzione di ruote a oltre 5300 tonnellate di ruote di treni riciclate ogni anno

La sala montata di Lucchini RS

Visita tecnica a Nuova Ralfo

In occasione del corso “Ingegnere del Veicolo Ferroviario 2024”, il CIFI organizza, una visite tecnica: presso l’azienda Nuova Ralfo – Gruppo Valsecchi

Dal 1979 Nuova Ralfo s.r.l. opera nel campo della costruzione, manutenzione e revisione di mezzi ferroviari.

Il ramo principale si sviluppa attorno alla manutenzione, revisione e gestione tecnica delle flotte dei mezzi d’opera ferroviari appartenenti alle imprese di segnalamento, elettrificazione e armamento ferroviario.

Nuova Ralfo - visita tecnica nel corso CIFI

Contenuti didattici della visita tecnica a Nuova Ralfo

Vedremo dal vivo cosa è l’ingegneria ferroviaria applicata ai Mezzi d’Opera: è sufficiente leggere una breve descrizione dello stabilito e delle attività per comprenderlo:

  • Lo stabilimento è organizzato in un capannone di 2.000 mq attrezzato con binari a raso, carri ponte da 20+10 ton, fossa di ispezione e lavoro per veicoli ferroviari, platea di lavaggio esterna, carro trasbordo per collegare i binari interni con quelli esterni su un piazzale di ca. 4.000 mq.
  • L’attività è concentrata esclusivamente sulla manutenzione, revisione e adeguamenti anche strutturali di mezzi d’opera per le Imprese Appaltatrici di lavori ferroviari e locomotori da manovra, compresa la assistenza esterna. Oltre alla qualifica come officina autorizzata da RFI (SQ 012 cat. C oltre 40 ton) siamo in possesso delle certificazioni sotto accreditamento ISO 9001 – 14001 – 45001 – 3834-2.

Nell’organico sono presenti operatori interni di II° livello per i CND metodi LP, MX, UT (questi ultimi con estensione MF), e l’azienda ha riconoscimento di ECM

Visita Tecnica a Nuova Ralfo - costruzione, manutenzione e revisione di mezzi ferroviari

Visita Tecnica a Cosmef WM

In occasione del corso “Ingegnere del Veicolo Ferroviario 2024”, il CIFI organizza, una visite tecnica: presso l’azienda Cosmef WM – Manutenzione Rotabili ferroviari.

Cosmef WM è un’azienda di manutenzione per tutti i veicoli su rotaia ferroviari ed urbani, con la possibilità di operare su diversi impianti.

Nei siti produttivi si realizzano operazioni di manutenzione ordinaria, restyling, ammodernamento e costruzione di tutti i tipi di carri e carrozze ferroviarie con l’utilizzo di impianti specifici e equipaggiamenti moderni, Revisione sale montate (VPI liv. IS1-IS2) Revisione componenti pneumatici del freno Knorr-Faiveley-Dako, Controlli CND ultrasuoni, magnetoscopici e correnti indotte sugli assali ferroviari, Prove freno su ogni tipo di veicolo ferroviario con attrezzatura computerizzata, Revisione e verifiche periodiche di serbatoi e equipaggiamenti di carri cisterna, Interventi di riparazioni strutturali tramite saldatura secondo la norma UNI EN 15085

Visita Tecnica CIFI a Cosmef WM

Contenuti didattici della Visita Tecnica a Cosmef WM

Osserveremo come vengono svolte alcune delle attività di revisione (Smontaggio carrelli, Controlli dimensionali carrelli, Revisione telaio e componenti, Sostituzione componenti d’usura, revisione pattini elettromagnetici, Revisione pinze freno, Posa e collegamento cablaggi elettrici, ecc.), manutenzione di componenti vari (scalettamento e rimontaggio boccole e cuscinetti delle sale montate, riprofilatura dei cerchioni, Verifica strutturali con liquidi penetranti o magnetoscopia, Riparazione cretti mediante saldatura, Sabbiatura struttura telaio carrelli, ecc.)

Cosmef wm officina

Visita Tecnica Gilardoni

In occasione del corso “Ingegnere del Veicolo Ferroviario 2024”, il CIFI organizza, una visite tecnica: presso l’azienda Gilardoni.

Gilardoni è stata fondata nel 1947 dall’Ing. Arturo Gilardoni ed è oggi un’azienda altamente tecnologica che progetta e produce in Italia – e tra poche nel mondo – impianti a Raggi X e ad ultrasuoni, realizzando internamente i componenti principali come tubi e generatori a raggi x e trasduttori ultrasonori.

Alcune lavorazioni come la soffiatura dei tubi in vetro vengono svolte da abili artigiani.

Nel corso degli anni la tecnologia a Raggi X è stata affiancata da quella ad ultrasuoni, come ulteriore proposta nel campo dei Controlli Non Distruttivi.

La divisione Industriale, attiva in Gilardoni fin dagli anni ‘70, progetta e realizza soluzioni all’avanguardia per il controllo ad ultrasuoni di assili e ruote ferroviarie;

Gilardoni è certificata ISO 9001 e dal 2021 è iscritta nel registro dei “Marchi storici di interesse nazionale”

Gilardoni

Contenuti didattici della Visita Tecnica a Gilardoni

Durante la visita tecnica presso l’azienda Gilardoni, avremo l’opportunità di esplorare in dettaglio il processo di controllo ad ultrasuoni degli assili ferroviari prima della loro messa in funzione.

Questo controllo critico viene effettuato per individuare eventuali difetti produttivi negli assili, componenti fondamentali su cui vengono installate le ruote dei treni. Scopriremo come, attraverso un sistema automatizzato e l’uso di un liquido speciale per l’accoppiamento delle sonde ultrasoniche, sia possibile rilevare difetti minuti, garantendo così la massima sicurezza e affidabilità delle componenti ferroviarie.

Questa visita ci permetterà di comprendere l’importanza dei controlli non distruttivi ad ultrasuoni nella produzione industriale e la loro applicazione per assicurare la sicurezza nel trasporto ferroviario

controllo ad ultrasuoni degli assili ferroviari prima della loro messa in funzione

A chi è rivolto il corso: “Ingegnere del veicolo ferroviario”

Il programma del corso “Ingegnere del Veicolo ferroviario 2024” è pensato per chi vuole implementare le proprie competenze nei diversi ambiti costituenti il materiale rotabile ed i veicoli ferroviari più in generale.

In particolare, è rivolto a chi lavora o intende lavorare nell’ambito della progettazione e realizzazione di veicoli ferroviari a cui sono interessati diversi tipi di ingegneri, ognuno con una specializzazione specifica:

  • Ingegneri o periti meccanici: Si occupano della progettazione e dello sviluppo di componenti meccanici del treno, come il telaio, le ruote, i sistemi di sospensione e frenatura;
  • Ingegneri Elettrici: progettano e sviluppano i sistemi elettrici dei treni, che includono l’alimentazione, la trazione, l’illuminazione, i sistemi di climatizzazione, e i sistemi di controllo elettronici.
  • Ingegneri Elettronici: Lavorano su componenti e sistemi elettronici, come i sistemi di controllo e automazione, i sistemi di comunicazione e di segnalamento a bordo, e la diagnostica di bordo.
  • Ingegneri dei Sistemi: Si concentrano sull’integrazione di tutti i sottosistemi del treno, assicurando che funzionino insieme in modo armonico e efficace. Gestiscono anche l’interoperabilità dei sistemi e l’adattamento a diversi ambienti e condizioni operative.
  • Ingegneri specialisti di specifico Materiale Rotabile: Specializzati nella progettazione e manutenzione dei locomotove, dei vagoni passeggeri e dei carri merci.
  • Ingegneri Aerodinamici: Svolgono un ruolo fondamentale nella progettazione dei veicoli per ridurre la resistenza aerodinamica e migliorare l’efficienza energetica;
  • Ingegneri Ambientali: Assicurano che la progettazione e la realizzazione dei veicoli avvenga nel rispetto di principi di sostenibilità e minimizzino l’impatto ambientale, ad esempio attraverso l’uso efficiente dell’energia e la riduzione delle emissioni.
  • Ingegneri Strutturali: Si concentrano sulla progettazione strutturale dei treni, assicurando la resistenza e la sicurezza delle strutture sotto diverse condizioni di carico e stress.
  • Ingegneri Informatici: Sviluppano i software e i sistemi informatici per il controllo dei treni, la gestione delle informazioni a bordo e la comunicazione con i sistemi di segnalamento a terra.
  • Ingegneri Acustici: Lavorano per ridurre il rumore interno ed esterno prodotto dai treni, migliorando il comfort dei passeggeri e riducendo l’impatto acustico sull’ambiente.
A chi è rivolto il corso Ingegnere del veicolo ferroviario

Oltre che agli ingegneri, il corso “Ingegnere del Veicolo ferroviario 2024” è rivolto alle persone che si occupano di normazione tecnica dei veicoli o di verifica di conformità, ad esempio:

  • Specialisti in Normative di Sicurezza Ferroviaria: si occupano di sviluppare e aggiornare le norme di sicurezza specifiche per il settore ferroviario, focalizzandosi sui sistemi di gestione della sicurezza, sui metodi valutazione del rischio, sulla prevenzione degli incidenti, ecc;
  • Esperti di Interoperabilità: Questi professionisti lavorano alla definizione di standard che assicurano l’interoperabilità dei sistemi ferroviari tra differenti paesi o regioni, facilitando il traffico transfrontaliero e migliorando l’efficienza del sistema ferroviario europeo.
  • Ingegneri Elettrici e Meccanici per Normative Tecniche: Questi ingegneri definiscono gli standard tecnici per i sistemi elettrici e meccanici dei treni, garantendo la sicurezza, l’affidabilità e la performance.
  • Ispettori e Verificatori di Certificazione: Hanno il compito di controllare e verificare che i treni e i loro componenti soddisfino tutti gli standard e le certificazioni richieste. Lavorano spesso in enti di certificazione o come consulenti esterni.

Coloro che si occupano della gestione delle flotte di materiale rotabile:

  • Pianificazione e Coordinamento: Organizzano e coordinano, per conto dell’impresa ferroviaria, la circolazione dei treni sulla rete ferroviaria. Questo include la pianificazione degli orari, la gestione delle tracce, risoluzione dei conflitti di programmazione, ecc.
  • Manutenzione: Assicurano che i veicoli ferroviari siano mantenuti in modo conforme alle previsioni del proprio Sistema di Gestione della Sicurezza. Ciò comporta la pianificazione e il coordinamento della manutenzione coerentemente alla propria politica manutentiva, nonché la gestione delle riparazioni in caso di guasti.
  • Monitoraggio e Controllo della Flotta: Utilizzano sistemi di monitoraggio per tenere traccia della posizione e dello stato di ogni veicolo nella flotta, garantendo che i treni siano utilizzati in modo efficiente e sicuro
  • Gestione delle Risorse: Si occupano della distribuzione ottimale delle risorse, inclusi i veicoli e il personale, per soddisfare le esigenze operative.
  • Assicurazione della Sicurezza e Conformità: Garantiscono che tutte le operazioni della flotta rispettino gli standard di sicurezza e le normative del settore. Ciò può includere la supervisione delle ispezioni e il rispetto delle procedure operative standard.
  • Gestione delle Emergenze: Sono responsabili della gestione delle situazioni di emergenza o dei guasti che possono influenzare l’impatto sui passeggeri, sulle merci, sull’infrastruttura o il funzionamento della materiale rotabile stesso.
  • Analisi dei Dati e Reporting: Analizzano i dati operativi per valutare le prestazioni della flotta e per identificare aree di miglioramento. Preparano anche report per la direzione.
  • Comunicazione e Collaborazione: Collaborano con altre organizzazioni interne alle imprese e con le parti esterne, come i fornitori e le autorità regolatrici.
A chi è rivolto il corso sui veicoli ferroviari

Corso Ingegnere del veicolo ferroviario

Ingegnere del veicolo ferroviario
LE TIPOLOGIE E LA TECNICA DEL MATERIALE ROTABILE

Saluti iniziali da parte di CIFI – Segreteria tecnica

Lezione 1 – LE TIPOLOGIE E LA TECNICA DEL MATERIALE ROTABILE

30 gennaio 2024 – durata 8 ore [09:00 – 18:00]

  • Il materiale rotabile per treni passeggeri e per treni merci

relatori: Donato Carillo Esperto Ferroviario, già Direttore Tecnico Trenitalia e Direttore Tecnico RFI.

Durata 2 ore [09:00 – 11:00]

  • Carri ferroviari

relatore: Mauro Pacella, Ingegnere esperto in progettazione e manutenzione di Carri ferroviari, Segretario Generale e Coordinatore Tecnico di ASSOFERR.

durata 1 ora [11:00 – 12:00]

  • Il materiale rotabile per metropolitane e tramvie

relatore:  Marino Galasso – Resp. Ufficio Tecnico ATM Milano, durata 1 ora [12:00 – 13:00]

Pausa 1 ora [13:00 – 14:00]

  • Altri impianti fissi a guida vincolata (ad esempio People Mover)

relatore: Donato Carillo Esperto Ferroviario, già Direttore Tecnico Trenitalia e Direttore Tecnico RFI.

durata 1 ora [14:00 – 15:00]

  • Il materiale rotabile per impieghi specifici: le macchine di manovra, i mezzi d’opera, i veicoli diagnostici

relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile

durata 1 ora [15:00 – 16:00]

  • Impianti ed equipaggiamenti del materiale rotabile e loro componenti principali

relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile.

durata 1 ora [16:00 – 17:00]

  • Curve di trazione e frenatura, resistenza al moto, progettazione funzionale

relatore: Fabrizio Cerreto – Ingegnere del traffico ferroviario presso Metroselskabet, durata 1 ora [17:00 – 18:00]

ERA e le STI. Norme Tecniche IEC-Cenelec-ISO-CEN

Lezione 2 – LE STI AFFERENTI AL MATERIALE ROTABILE

01 febbraio 2024 – durata 4 ore [09:00 – 13:00]

  • Le STI e il ruolo di ERA – Agenzia dell’Unione Europea per le ferrovie

relatori: Pio Guido, Head of Railway Systems Department – European Union Agency for Railways

Anna Patacchini, Project Officer presso  European Union Agency for Railways

durata 0,5 ore [09:00 – 09:30]

  • STI per il materiale rotabile e gli impianti fissi (in lingua inglese)

relatore: BOUSSOUF Nordine, European Union Agency for Railways

durata 2 ore [09:30 – 11:30]

  • STI Comando Controllo e Segnalamento (CCS TSI) – Aggiornate al 10 agosto 2023

relatore: CUESTA GOMEZ David , ERTMS Project Officer European – Union Agency for Railways

durata 1,5 ore [11:30 – 13:00]

Lezione 3 – PRINCIPALI NORME TECNICHE INTERNAZIONALI ISO – IEC – CEN – Cenelec

01 febbraio 2024 – durata 4 ore [14:00 – 18:00]

  • Quadro complessivo delle norme IEC e Cenelec

                        relatori:

Daniele Bozzolo, Presidente Comitato Tecnico TC9 di IEC e Segretario Tecnico di ANIE/Assifer

Antonio Orazzo, Presidente del Comitato Tecnico CLC/TC 9X di Cenelec

durata 1 ora [14:00 – 15:00]

  • CEI CLC/TR 50126-3 – Parte 3: Guida all’applicazione della EN 50126-1 per RAMS materiale rotabile. CEI EN 50657 – Applicazioni per il materiale rotabile – Software a bordo del materiale rotabile. CEI CLC/TS 50238-2 – Compatibilità tra il materiale rotabile ed i sistemi di rilevamento dei treni. CEI EN 50388-1 – Criteri tecnici per il coordinamento tra sistemi di alimentazione per trazione elettrica e materiale rotabile per ottenere l’interoperabilità

Relatore: Ariello Bandinelli, Capo Ufficio Tecnico STM Engineering

durata 1 ora [14:00 – 15:00]

  • Quadro complessivo delle norme Tecniche ISO-CEN

relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

durata 2 ore [16:00– 18:00]

REQUISITI DELLA PROGETTAZIONE DEL MATERIALE ROTABILE

Lezione 4REQUISITI DELLA PROGETTAZIONE DEL MATERIALE ROTABILE

06 febbraio 2024 – durata 8 ore [09:00 – 18:00]

  • Cinematica e dinamica del contatto ruota-rotaia

relatori: prof. Salvatore Strano, Università degli Studi di Napoli Federico II

durata 1 ora [09:00 – 10:00]

  • Analisi dei bisogni delle imprese ferroviarie, requisiti tecnici e valutazione di fattibilità

relatore: in definizione, durata 1 ora [10:00 – 11:00]

  • Risorse e pianificazione del progetto, valutazione del budget e analisi dei rischi

relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri

durata 1 ora [11:00 – 12:00]

  • Piano di Progettazione: quali specializzazioni coinvolgere

relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri

durata 1 ora [12:00 – 13:00]

Pausa 1 ora [13:00 – 14:00]

  • Gestire il progetto del materiale rotabile

relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri

durata 1 ora [14:00 – 15:00]

  • Architettura e “lay-out” di sistemi di trazione per elettrotreni a trazione distribuita – Progettazione equipaggiamenti per rotabili

relatore: Stefano Sibilla, durata 1 ora [15:00 – 16:00]

  • Reverse engineering

relatore: Stefano Sibilla, durata 1 ora [16:00 – 17:00]

  • Gestione delle obsolescenze

relatore: Stefano Sibilla, durata 1 ora [17:00 – 18:00]

LE SPECIFICHE ED IL PROCUREMENT DEL MATERIALE ROTABILE

Lezione 5 – LE SPECIFICHE ED IL PROCUREMENT DEL MATERIALE ROTABILE

08 febbraio 2024 – durata 8 ore [09:00 – 18:00]

  • La pianificazione delle esigenze in relazione all’esercizio richiesto

relatori: Donato Carillo Esperto Ferroviario, già Direttore Tecnico Trenitalia e Direttore Tecnico RFI,

durata 1 ora [09:00 – 10:00]

  • La definizione dei documenti di specifica

relatore: Donato Carillo Esperto Ferroviario, già Direttore Tecnico Trenitalia e Direttore Tecnico RFI,

durata 1 ora [10:00 – 11:00]

  • L’articolazione delle specifiche tecniche e di fornitura: gli aspetti prestazionali, le caratteristiche tecniche, i requisiti di utilizzo e manutenzione, la diagnostica, i requisiti RAMS

relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

durata 2 ore [11:00 – 13:00]

Pausa 1 ora [13:00 – 14:00]

  • La gestione del contratto di fornitura

relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

durata 2 ore [14:00 – 16:00]

  • Assistenza tecnica e garanzie: il PDRAMS

relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

durata 2 ore [16:00 – 18:00]

COORDINARE LA PROGETTAZIONE DEL MATERIALE ROTABILE: LE PRINCIPALI SPECIALIZZAZIONI INTEGRATE

Lezione 6 – COORDINARE LA PROGETTAZIONE DEL MATERIALE ROTABILE: LE PRINCIPALI SPECIALIZZAZIONI INTEGRATE

13 febbraio 2024 – durata 8 ore [09:00 – 18:00]

    • Coordinare un progetto di materiale rotabile

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [09:00 – 09:30]

    • Ingegneria meccanica: progettazione delle parti meccaniche del materiale rotabile, come la struttura del veicolo, i sistemi di sospensione, i freni, le ruote e i dispositivi di aggancio

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [09:30 – 10:30]

    • Ingegneria elettrica ed elettronica: la progettazione dei sistemi elettrici ed elettronici all’interno del materiale rotabile. Ciò include il sistema di trazione, il controllo del motore, i sistemi di segnalazione e sicurezza, nonché i sistemi di comunicazione.

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [10:30 – 11:30]

    • Ingegneria dei materiali: la selezione dei materiali appropriati per le componenti del materiale rotabile, tenendo conto di fattori come la resistenza, la durata, la leggerezza e la resistenza all’usura, ecc

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [11:30 – 12:30]

     

    Esempi applicativi: La misura della distribuzione del peso sulle ruote di un carrello – La Tecnologia – Perché pesare.

    relatore: Giovanni Mannara, IVM S.r.l – Innovative Vibration Monitoring

     

    • Ingegneria della sicurezza ferroviaria: progettare i componenti di sicurezza anche al fine di garantire la sicurezza dei passeggeri e del personale

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [12:30 – 13:00] e [14:00 – 14:30]

    Pausa 1 ora [13:00 – 14:00]

    • Ingegneria del controllo e dell’automazione: progettazione di sistemi di controllo automatico per il materiale rotabile, inclusi sistemi di guida automatica e sistemi di monitoraggio e diagnosi

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [14:30 – 15:30]

    • Ingegneria aerodinamica: l’ottimizzazione dell’aerodinamica è essenziale per ridurre la resistenza dell’aria e migliorare l’efficienza energetica

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [15:30 – 16:30]

    • Ingegneria delle telecomunicazioni: progettazione dei sistemi di comunicazione a bordo e a terra per garantire una comunicazione affidabile tra i veicoli ferroviari e infrastruttura

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [16:30 – 17:30]

    • Ingegneria dell’ambiente e sostenibilità: progettazione di veicoli ferroviari che siano più ecologici ed efficienti dal punto di vista energetico, riducendo al minimo l’impatto ambientale

    relatore: Diego Canetta, Railways Technology Consultant, già Technical Project Manager del progetto ETR1000 e altri, durata 1 ora [17:30 – 18:00]

I PROCESSI AUTORIZZATIVI DEL MATERIALE ROTABILE

Lezione 7 – I PROCESSI AUTORIZZATIVI DEL MATERIALE ROTABILE

15 febbraio 2024 – durata 8 ore [09:00 – 18:00]

    • La legislazione e la normativa di riferimento nazionale ed europea (STI, NNTR, …)

    Pasquale Saienni e Rocco Cammarata, Ansfisa, durata 1 ora [09:00 – 10:00]

    • Lo svolgimento dei processi autorizzativi ed i soggetti coinvolti

    Gianluca Forte, Ansfisa, durata 1 ora [10:00 – 11:00]

    • La verifica di conformità. Il Richiedente, il NoBo, il DeBo, l’OIF

    relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

    durata 2 ore [11:00 – 13:00]

    Pausa 1 ora [13:00 – 14:00]

    • L’Analisi dei rischi. Il Proponente e l’AsBo

    relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

    durata 1 ora [14:00 – 15:00]

    • Le attività di prova, statiche ed in linea

    relatore: Gianluca ForteMauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

    durata 1 ora [15:00 – 16:00]

    • La certificazione e l’autorizzazione

    relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

    durata 1 ora [16:00 – 17:00]

    • La gestione delle modifiche durante la vita in esercizio

    relatore: Mauro Finocchi, Ingegnere ferroviario, esperto in materiale rotabile,

    durata 1 ora [17:00 – 18:00]

    L'ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE DEL MATERIALE ROTABILE

    Lezione 8 – L’ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE DEL MATERIALE ROTABILE

    20 febbraio 2024 – durata 8 ore [09:00 – 18:00]

      • Le interfacce fra materiale rotabile ed infrastruttura. La circolabilità ed il RINF..

      Simone Brunacci, Ansfisa, durata 1 ora [09:00 – 10:00]

      • L’esercizio dei turni

      relatore: Donato Carillo Esperto Ferroviario, già Direttore Tecnico Trenitalia e Direttore Tecnico RFI,

      durata 1 ora [10:00 – 11:00]

      • La documentazione di manutenzione

      relatore: Ariello Bandinelli, Capo Ufficio Tecnico STM Engineering,

      durata 1 ora [11:00 – 12:00]

      • Le operazioni di manutenzione dei carri

      relatore: Andrea Zanardelli, Wagons and Safety Engineer EU presso Touax Rail Services

      durata 1 ora [12:00 – 13:00]

      Pausa 1 ora [13:00 – 14:00]

        • La gestione della manutenzione

        Gabriele Alessandro Antonacci, già responsabile nel settore manutenzione rotabili ed esperienza nella sperimentazione ferroviaria.

        durata 40 minui [14:00 – 14:40]

        • Gli impianti di manutenzione e le loro attrezzature

        Mauro Pacella, Ingegnere esperto in progettazione e manutenzione di Carri ferroviari, Segretario Generale e Coordinatore Tecnico di ASSOFERR,

        durata 1 ora [14:40 – 15:20]

        • La gestione della manutenzione delle locomotive

        Omar Dusi, IPE Locomotori2000

        durata 1 ora [15:40 – 16:00]

        • La gestione dei materiali di scorta tecnica e di ricambio

        relatore: Ariello Bandinelli, Capo Ufficio Tecnico STM Engineering,

        durata 1 ora [16:00 – 17:00]

        • Il ruolo del Soggetto Responsabile della Manutenzione (ECM)

        Ilaria Mannini, Ansfisa

        durata 1 ora [17:00 – 18:00]

        I Mezzi d'Opera

        Lezione 9 – MEZZI D’OPERA

        22 febbraio 2024 – durata 8 ore [09:00 – 18:00]

        • Mezzi d’opera: introduzione e principali caratteristiche

        Relatori: Antonio Vigliotti, Responsabile Manutenzione Rotabili presso RFI,

        durata 1 ora [09:00 – 10:00]

        • Circolazione dei MMdO: immatricolazione, documenti e amis

        Relatori: Capone, Manutenzione Rotabili presso RFI,

        durata 1 ora [10:00 – 11:00]

        • RUMO WEB, controlli periodici e rilascio autorizzazione alla circolazione in regime di interruzione

        Relatori: Roberto Ricagno, Manutenzione Rotabili presso RFI,

        durata 1 ora [11:00 – 12:00]

        • Regolamento della circolazione dei MMdO: ICMO, IEFCA e 111

        Relatori: Vincenzo Depalma, Manutenzione Rotabili presso RFI,

        durata 1 ora [12:00 – 13:00]

        Pausa 1 ora [13:00 – 14:00]

        • Attività di manutenzione, gestione flotta, SRM

        Relatori: Antonio Vigliotti, Responsabile Manutenzione Rotabili presso RFI,

        durata 1 ora [14:00 – 15:00]

        • Revamping, modifiche e adeguamenti

        Relatori: Paci, Manutenzione Rotabili presso RFI,

        durata 1 ora [15:00 – 16:00]

        • Qualificazione officine

        Relatori: Perrone Francesco, Manutenzione Rotabili presso RFI,

        durata 1 ora [16:00 – 17:00]

        • Utilizzo del MMdO: contesti operativi e attrezzaggi

        Relatori: Vincenzo Depalma, Manutenzione Rotabili presso RFI,

        durata 1 ora [17:00 – 18:00]

        I sottosistemi di Bordo

          Lezione 10 – SOTTOSISTEMI DI BORDO

          27 febbraio 2024 – durata 4 ore [09:00 – 13:00]

          Sottosistemi Control Command Signalling – Telecoms di Bordo

          relatore: Piero Petruccioli, Esperto Rolling Stocks and Plants Engineering & Technologies durata 2 ora [09:00 – 13:00]

          WORKSHOP CON LE AZIENDE PRODUTTRICI DI VEICOLI E COMPONENTI

            Lezione 11 – Workshop con le aziende produttrici di veicoli e componenti

              • La cabina di guida del treno

              relatori: Francesco Colombo, Technical Manager, SPII – Strategic Partner Intelligent Interface

              • La sala montata

              relatore: Alberto Ronchi, Design and R&D Manager Railway Division Lucchini RS

              • Il sistema frenante tradizionale per veicoli ferroviari (panoramica per i diversi tipi di mezzi) e ferrotramviari (metro e tram)

              relatore: Gianluca Tomei, Direttore Tecnico Knorr-Bremse Rail Systems Italia

              • il controllo ad ultrasuoni di un assile ferroviario

              relatore: Matteo Rosafio e Damiano Sallemi, Gilardoni Spa

              • Mezzi d’opera Plasser & Theurer – contesti autorizzativi in Italia ed all’estero

              relatore: Gennaro Mazzara, Responsabile ufficio Omologazioni Collaudi Sicurezza Plasser Italiana srl

              • La saldatura dei veicoli ferroviari in conformità alle norme della serie UNI EN 15085

              relatore: Matteo di Ciaccio, Matisa

              • Mezzi d’Opera manutenzione, revisione e gestione tecnica delle flotte dei mezzi d’opera ferroviari

              relatore: Giovanni Bosotti, NUOVA RALFO srl – Gruppo VALSECCHI ARMAMENTO FERROVIARIO

              Test di apprendimento

              TEST di apprendimento dei contenuti27 febbraio 2023 [18:00 – 20:00]

              L’esame è obbligatorio per chi richiede l’attestato di partecipazione e per gli ingegneri iscritti agli albi professionali che richiedono i CFP.

              ORGANIZZAZIONE
              Logo 2021 CIFI Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani

              CONTRIBUTO SCIENTIFICO

              Comitato TC9 di

              Patrocinio di IEC

              Comitato TC9X di

              CENELEC Comitato europeo di normazione elettrotecnica

              PATROCINIO

              UIP - International Union of Wagon Keepers
              Assoferr Associazione Operatori Ferroviari E Intermodali
              Patrocinio di Assifer al corso CIFI per ingegnere del materiale rotabile
              Soluzioni d’acquisto

              IN VIDEOCONFERENZA DIRETTA E DIFFERITA

              NON SOCI CIFI

              €1800*

              Materiale didattico
              Diretta e on-demand
              Attestato di partecipazione
              videocorso disponibile per 12 mesi
              Esame finale on-line
              72 CFP agli ingegneri

              SOCI,
              DIPENDENTI SOCI COLLETTIVI CIFI e ASSOCIAZIONI PARTNER

              €1400*

              Materiale didattico
              Diretta e on-demand
              Attestato di partecipazione
              videocorso disponibile per 12 mesi
              72 CFP agli ingegneri

              * i prezzi sono da intendersi con iva esclusa.
              MATERIALE DIDATTICO
              Materiale didattico
              1.1 - DONATO CARILLO
              1.2 - MAURO PACELLA
              1.3 - MARINO GALASSO
              1.4 - DONATO CARILLO
              1.5 - MAURO FINOCCHI
              1.6 - MAURO FINOCCHI
              1.7 - FABRIZIO CERRETO
              2.1 - ANNA PATACCHINI
              2.2 - NORDINE BOUSSOUF
              2.3 - DAVID CUESTA GOMEZ
              3.1 - DANIELE BOZZOLO E ANTONIO ORAZZO
              3.2 - BANDINELLI
              3.3 - MAURO FINOCCHI
              4.1 - SALVATORE STRANO
              4.2 - DIEGO CANETTA
              4.3 - DIEGO CANETTA
              4.4 - DIEGO CANETTA
              4.5 - DIEGO CANETTA
              4.6 - STEFANO SIBILLA
              4.7 - STEFANO SIBILLA
              4.8 - STEFANO SIBILLA
              5.1,2 - DONATO CARILLO
              5.3.1 - MAURO FINOCCHI
              5.3.2 - MAURO FINOCCHI
              5.4 - MAURO FINOCCHI
              5.5 - MAURO FINOCCHI
              6.1 - DIEGO CANETTA
              6.2 - DIEGO CANETTA
              6.3 - DIEGO CANETTA
              6.4 - DIEGO CANETTA
              6.5 - DIEGO CANETTA
              6.6 - DIEGO CANETTA
              6.7 - DIEGO CANETTA
              6.8 - DIEGO CANETTA
              6.9 - DIEGO CANETTA
              7.1.1 - PASQUALE SAIENNI
              7.1.2 - ROCCO CAMMARATA
              7.2 - GIANLUCA FORTE
              7.3.1 - MAURO FINOCCHI
              7.3.2 - MAURO FINOCCHI
              7.4 - MAURO FINOCCHI
              7.5 - GIANLUCA FORTE
              7.6 - MAURO FINOCCHI
              7.7 - MAURO FINOCCHI
              8.1 - SIMONE BRUNACCI
              8.2 - DONATO CARILLO
              8.3 - ARIELLO BANDINELLI
              8.4 - ANDREA ZANARDELLI
              8.5 - MAURO PACELLA
              8.6.1 - OMAR DUSI
              8.6.2 - OMAR DUSI
              8.8 - ILARIA MANNINI
              9.1 - ANTONIO VIGLIOTTI
              9.2 - CHRISTIAN CAPONE
              9.3 - ROBERTO RICAGNO
              9.4 - VINCENZO DEPALMA
              9.5 - ANTONIO VIGLIOTTI
              9.6 - MATTEO PACI
              9.7 - FRANCESCO PERRONE
              9.8 - VINCENZO DEPALMA
              10 - PIERO PETRUCCIOLI
              11.2 - ALBERTO RONCHI
              11.3 - GIANLUCA TOMEI
              11.4 - ROSAFIO - SALLEMI
              11.5 - GENNARO MAZZARA
              11.6 - MATTEO DI CIACCIO
              11.7 - GIOVANNI BOSOTTI
              11.8 - DAVIDE LEGGIERO
              Modulo di iscrizione

              Stampa il seguente modulo, compilalo e invialo unitamente alla distinta di pagamento a segreteria.cifiservizi@cifi.it

              Per informazioni più dettagliate leggi il programma del corso

              Ingegnere del veicolo ferroviario – Programma integrale

              Tutti i dettagli su obiettivi, programmi, modalità e modulo  d’iscrizione sono presenti nel file seguente
              CIFI
              Corso Ingegnere del veicolo ferroviario
              Continua ad aggiornarti
              Corso di project management ferroviario organizzato da CIFI
              Codice Appalti 2023 - Cosa cambia per Ferrovie Strade e Impianti Fissi
              Corso ACC ACCM ERTMS e Norme Cenelec - CIFI

              Pin It on Pinterest